Blog

Blog

Cos’è una scala a chiocciola? Per definizione, una scala a chiocciola è una scala che consiste in singoli scalini, o pedate, che sono collegati con una colonna centrale. I gradini ruotano attorno questo perno centrale attraverso il quale si sale e scende dalla scala, creando una forma a spirale. Una scala a chiocciola non dovrebbe essere confusa con una scala “a curva” o una scala elicoidale, che presentano lo stesso design, ma non la colonna centrale. Questa è una definizione semplificata di ciò che è una scala a chiocciola, ma ci sono vari fattori che la compongono. Altezza, diametro e design sono i principali. Andiamo a vederli nel dettaglio.

ESTATE: TORNANO LE ZANZARE

Che le zanzare siano insetti molesti è un fatto noto a tutti e per il quale si cercano tutte le opportune strategie per ridurre al minimo la loro presenza. Dagli spray repellenti ai zampironi, dalle candele alla citronella per terminare con altri sistemi più o meno efficaci, l’unica difesa possibile da applicare in casa è rappresentata dal montare delle tradizionali zanzariere.

Con questa barriera, infatti, si possono lasciare aperte finestre e porte finestre per lasciar passare aria ma senza che questi minuscoli mostri volanti, possano svolazzare allegramente dentro la nostra casa per pungerci in cerca di cibo.
Dopo aver preso questa saggia decisione, in presenza di cani e/o gatti, ci siamo resi conto che i nostri piccoli amici amano talmente tanto le zanzariere da considerarle oggetto dei loro giochi. Poco male si direbbe, se non sorgesse il problema che i nostri amici domestici a forza di rifarsi le unghie, riescono a bucare la zanzariera permettendo alle zanzare, di trovare dei varchi in quella difesa che abbiamo installato e che non è più la barriera insormontabile che avevamo predisposto prima della sua rottura.  Allora, contro questi fastidiosi insetti non c’è proprio nulla da fare?
No, c’è una soluzione rappresentata da quelle zanzariere per cani, gatti ed altri animali domestici che si rivelano più che preziose e che è conosciuta come zanzariera pet screen.

Venerdì, 16 Giugno 2017 11:47

Arredamento e complementi d'arredo

I piani per tavoli, che possono essere coordinati con diverse tipi di base (supporti in metallo o in legno, gambe con rotelle, ecc.), sono accessori indispensabili per arredare lo spazio outdoor di una abitazione. Avere a disposizione un tavolo all’aperto per mangiare o chiacchierare amenamente, è uno degli aspetti più piacevoli della stagione calda.  

I piani per tavoli sono in grado di rispondere a qualsiasi tipo di esigenza, essendo disponibili in una vasta gamma di formati e materiali. Chi ama lo stile classico, ad esempio, potrà optare per un piano tavolo in legno da abbinare a basamenti centrali o a quattro gambe. Oppure per chi desidera un’area relax di classe potrà optare per un tavolo fisso in vetro temperato con basamento in ceramica. Per un giardino trendy e contemporaneo, è possibile optare per un piano tavolo caratterizzato da linee geometriche e forme minimal e realizzato in plexiglass o in ferro battuto. Per un giardino a vocazione rustica, invece, potrebbe essere adatto un piano per tavolo tondeggiante, caratterizzato da tonalità calde. Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti!

Mercoledì, 24 Maggio 2017 16:01

Cosa accade in una fonderia di ghisa?

Che cosa accade in una fonderia di ghisa? Per dare una risposta a questa domanda è necessario sapere che sono molti i tipi di ghisa che si possono ricavare da questa lega: un esempio è la ghisa gregia, nota anche come ghisa lamellare, che rappresenta la tipologia più diffusa e che viene ottenuta in seguito alla fusione di acciaio e rottame di ghisa, con l'unione di elementi grafitizzanti. Il tenore di carbonio è compreso tra un minimo di 2.5% e un massimo di 4% in peso, mentre il tenore di silicio, che è l'elemento grafitizzante per antonomasia, è compreso tra un minimo di 1% e un massimo di 3%. La presenza di fosforo e silicio e la composizione in lamelle determinano un certo grado di fragilità, a cui si pone rimedio con la formazione di lamelle più corte. Va detto, per altro, che la grafite in lamelle induce una certa fragilità al punto che non si può parlare di resilienza, di duttilità o di snervamento. 

Avete deciso di cambiare auto ma prima dovete vendere la vostra per monetizzare quel capitale necessario da dare in acconto all’autosalone dove ordinerete la nuova auto? Come è risaputo, cedere la propria vettura in permuta equivale al dover accettare le condizioni imposte dall’autosalone che avrà così modo di trarne un indubbio vantaggio dal momento che sottostimerà il vostro veicolo al fine di poterlo rivendere in modo conveniente.
E’ quindi consigliabile vendere privatamente la vostra auto evitando le passare per un concessionario che non curerà certamente i vostri interessi.

Martedì, 18 Aprile 2017 11:35

Sei malato? Scoprilo guardando la bocca

Chiamali presagi, se vuoi, o semplici campanelli d’allarme che il nostro corpo ci lancia, per avvisarci che qualcosa non va. Quello che succede nella bocca rappresenta un indicatore incredibilmente valido e attendibile circa lo stato di salute complessivo del nostro organismo: un malessere del cavo orale potrebbe indicare un problema serio che riguarda anche altre parti del corpo. Nulla, nemmeno ciò che di primo acchito sembra soltanto un fastidio lieve e passeggero, andrebbe sottovalutato e preso alla leggera.

Pagina 1 di 5