Blog

Blog

Partiamo innanzitutto dalle informazioni di base che lo riguardano, ovvero che cos’è il cosiddetto cilindro europeo, chiamato anche blocchetto oppure tamburo. Questi è il componente che può essere sostituito all’interno di una tipica serratura Yale (ovvero una classica serratura a profilo europeo) che ha il compito di mettere in funzione l’apertura e la chiusura delle mandate delle serrature.

La particolarità di questo cilindro è che garantisce un livello di sicurezza molto elevato, infatti è un componente costruito (e certificato) con l’intento di poter resistere a tutti i vari tentativi di effrazione, basti pensare che a parità di tecniche distruttive eseguite sulla serratura, un cilindro del genere resiste circa cinque minuti, mentre con un altro sistema non si riuscirebbe ad andare più in là di qualche secondo di resistenza (che è un risultato sorprendente, anche se sembra di poco conto); nel caso ci sia anche un defender (che è una corazza di acciaio messa come rivestimento al cilindro) e siano presenti anche più serrature, allora i tempi per lo scasso si possono protrarre fino alla mezz’ora di durata. E’ costruito anche con l’intento di resistere alla usura che deriva dal tempo e dagli agenti atmosferici. Questo per garantire un livello di sicurezza ed affidabilità il più elevato possibile.

C’è poco da scherzare in questa nostra epoca a proposito della sicurezza in ambito famigliare. Se un tempo addirittura si lasciava la chiave nella toppa della porta di casa tanto era inesistente la criminalità, al giorno d’oggi questa abitudine pare essere più una leggenda metropolitana che non una vera pagina della storia dei nostri nonni.  Non c’è bisogno di scomodare un sociologo per spiegare che alcuni valori sono divenuti scoloriti ricordi e che altri si sono trasformati in modo radicale e che questa sorta di imbarbarimento è  destinata ad aumentare di intensità. Sono sotto gli occhi di tutti i tanti episodi di criminalità che ogni giorno costellano la nostra realtà e che ci suggeriscono di non scherzare sulla nostra sicurezza.
I fatalisti commenteranno  questo pensiero pensando che tutto dipende dal destino mentre i razionali, dopo aver analizzato la cosa, cercheranno di ridurre al massimo i rischi del caso.
Questo preambolo per sottolineare il fatto che non si può scherzare sulla propria sicurezza e quella dei nostri cari e che è più che intelligente cercare di rendere il più possibile, la vita difficile a chi commette furti ed effrazioni.  E’ uno dei motivi per i quali, pensare di installare un antifurto per casa, è una mossa sicuramente da prendere in considerazione.

Lo pneumatico Sportrac 5 Vredestein si è piazzato in prima posizione nel test svolto dall'ADAC (Allgemeine Deutsche Automobil-Club) in collaborazione con l’ÖAMTC (Österreichische Automobil-, Motorrad- und Touring Club) e il TCS (Touring Club Svizzero).

Il test ADAC-ÖAMTC-TCS

Il test ha esaminato le performance di 16 pneumatici estivi montati su una Renault Clio della misura 185/65 R 15 88 H adatta a vetture piccole e compatte (Renault Clio, Mazda 2, Citroën C3, Hyundai i20, Nissan Note, Peugeot 208, Toyota Verso e Opel Adam).
Le prove del test hanno riguardato le performance su asciutto e bagnato, il consumo di carburante, la rumorosità, l'usura, la resistenza al rotolamento e la durata.
Nella graduatoria finale sette pneumatici sono stati definiti “molto raccomandati” e la prima posizione è stata conquistata dallo Sportrac 5 Vredestein.

Venerdì, 11 Novembre 2016 14:39

Pulire è una cosa seria

Noi della Multiservice sappiamo che non ci si improvvisa in nessun settore lavorativo. A chi pensa che per mettere una impresa di pulizie a Pesaro sia sufficiente comprare scope, spazzoloni e detersivi e cercare clienti, diciamo che non è questa la strada. Pulire è una cosa seria perché, chi si affida a dei professionisti, pretende giustamente un risultato che sia all’altezza delle aspettative.
Il nostro background, acquisito in anni di attività, ci consente di mettere sul piatto della bilancia una esperienza formata sul campo alla quale abbiamo unito sia la passione per questo lavoro che il costante aggiornamento a proposito di prodotti, macchinari e tecniche indispensabili per la realizzazione della nostra mission.
Il team di operatori che fanno parte della Multiservice è qualificato per portare avanti interventi di pulizia, igienizzazione e sanificazione ambientale secondo  criteri professionali che si adeguino alle esigenze del cliente.

Mercoledì, 21 Settembre 2016 12:26

Le proteine: i mattoni della nostra alimentazione

Le proteine sono alla base delle funzioni vitali e del corretto funzionamento del corpo umano. Tuttavia assumerne un quantitativo corretto non è così semplice come si può essere portati a pensare. Infatti sono molte le persone che pensano che un pasto completo possa essere costituito solo da un piatto di pasta e un’insalata di verdure. Ciò non è affatto corretto e nemmeno molto salubre. Introdurre nell’organismo uno zucchero comporta in termini metabolici un costo del 10% delle calorie, i grassi ne comportano fino a un 3% mentre il costo metabolico delle proteine arriva fino al 35%. Questo fenomeno viene chiamato Termogenesi Indotta dalla Dieta o con il suo più semplice acronimo TID. In pratica chi consuma un maggior quantitativo di proteine riesce a innalzare il metabolismo e di conseguenza a bruciare più calorie.

Se è vero che gli antifurti nascono come dispositivi cablati, cioè caratterizzati dalla presenza di fili, è altrettanto vero che negli ultimi tempi l'evoluzione tecnologia ha messo a disposizione l'allarme senza fili, una nuova tipologia di impianto che si basa sulla comunicazione wireless e che presenta diversi vantaggi in termini di costi e di semplicità di installazione. Premesso che, sia che si scelga un antifurto senza fili sia che si scelga un antifurto via cavo, la funzionalità viene garantita e la sicurezza non viene compromessa, la decisione di optare per l'uno o per l'altro modello deve essere effettuata in considerazione di altri aspetti.

Pagina 1 di 4