Venerdì, 02 Marzo 2018 13:46

L’importanza del piano industriale

Scritto da 

Di solito, in ambito aziendale, siamo abituati a sentire parole di difficile comprensione, sempre più spesso in lingua inglese, facendo sembrare le attività più complicate di quelle che in realtà sono. La stessa cosa accade quando di parla di “piano industriale”, che altro non è che il documento di programmazione di un’azienda.

Piano industriale: definizione e messa in pratica

Volendo dare una definizione corretta, possiamo dire che: il piano industriale è quel documento programmatico redatto dalla parte manageriale di un’azienda con lo scopo di definire gli obiettivi da raggiungere, attraverso una certa pianificazione strategica. Tale pianificazione, viene stabilita nel cosiddetto “business plan”. Per cui è giusto dire che il piano industriale deve contenere al suo interno anche il business plan ovvero quel piano che permette di raggiungere in maniera pratica e concreta gli obiettivi prefissati. Avere un piano economico-finanziario che comprenda anche un business plan è fondamentale per un’azienda, perché “navigare a vista” senza sapere dove si sta andando, non è proficuo ne per il successo dell’azienda, ne per quello dello stesso imprenditore, rischiando in questo modo il fallimento.

Perché redigere un piano industriale

Ci sono diversi motivi per cui è fondamentale avere un piano industriale, ecco i principali vantaggi:

  1. Il piano industriale è uno strumento imprescindibile per chi vuole fare impresa;
  2. Si tratta dell’unico strumento in grado di fare una corretta programmazione finanziaria ed economica;
  3. Solo attraverso un’attenta pianificazione strategica, un’azienda può pensare di ottenere crediti e finanziamenti da banche, da fornitori.

Ma come deve essere un piano industriale? Quali caratteristiche deve possedere per essere efficace? Ecco quali sono:

  1. Credibile: innanzitutto deve rispecchiare la reale situazione dell’azienda e gli obiettivi che intende raggiungere nel concreto;
  2. Sostenibile: deve dimostrare nel concreto che esistono le risorse economiche per poter raggiungere gli obiettivi esplicati, soprattutto per i fornitori e finanziatori;
  3. Motivato: infine, deve mettere in luce le reali motivazioni che spingono l’azienda a voler raggiungere certi risultati.

In altre parole, un piano industriale deve essere lo specchio dell’azienda, rispetto alla situazione attuale ma anche in riferimento a quella futura ipotizzabile e in qualche modo dimostrabile nel concreto. Il piano industriale inoltre permette di far crescere l’azienda, ma anche di rendere più snella la comunicazione finanziaria all’interno della stessa azienda. Attraverso il piano economico-finanziario è possibile mettere in rilievo l’andamento economico dell’impresa, gli eventuali problemi da affrontare e le strategie messe in campo per migliorare la situazione, con una pianificazione programmata.

Letto 478 volte Ultima modifica il Martedì, 06 Marzo 2018 11:32