Giovedì, 30 Giugno 2016 15:09

Rimozione sicura delle amalgame

Written by

Le otturazioni di amalgama rilasciano di continuo piccole concentrazioni di mercurio che possono costituire una causa di intossicazione cronica. Ma quello che non tutti sanno è che da quasi due secoli, il mercurio, è considerato l’elemento chimico più tossico tra quelli non radioattivi, che viene impiegato per le otturazioni dentali. Le otturazioni in amalgama, note come piombature dentali, contengono il 50% di mercurio. Il mercurio viene rilasciato dall’otturazione per vaporizzazione, per diffusione alla radice del dente e per corrosione.

Dopo 10 anni, nell’otturazione di amalgama, rimane solo il 50% del mercurio iniziale, dopo 20 anni ne rimane solo il 20%. Dunque, per la rimozione dell’amalgama dentale è bene affidarsi ad uno specialista.

La controversia

Quello che in questi ultimi anni si è cercato di capire è se capire se la quantità di mercurio rilasciata dall’amalgama è così piccola che non può essere clinicamente significativa oppure se è sufficiente in alcuni casi a produrre sintomi.



Ma cosa prevede la preparazione dell'amalgama?

Prevede la miscelazione di una componente liquida rappresentata dal mercurio con una componente solida costituita da fini particelle di una lega contenente argento ed altri metalli, tra cui lo stagno, il rame ed a volte lo zinco. Durante la miscelazione delle due componenti si assiste alla cosiddetta amalgamazione, ovvero alla dissoluzione delle particelle solide da parte del mercurio fino ad ottenere un prodotto plastico, il quale successivamente cristallizza formando appunto una amalgama di metalli.

La micro struttura di questo materiale è complessa e dipende fortemente dalle caratteristiche delle particelle con cui è realizzata la polvere.



Cosa può determinare l’amalgama?

 

  • può determinare l’insorgenza di reazioni lichenoidi su mucose limitrofe. In alcuni casi causa il cosiddetto “tatuaggio d’amalgama”, cioè un alone grigio-bluastro nella gengiva

  • è un materiale rigido che spesso causa incrinature nella struttura dentale (sindrome del dente incrinato)

  • a causa del suo colore metallico scuro e dell’ossidazione a cui va incontro nel tempo, produce un alone scuro visibile attraverso lo smalto del dente.



Quale protocollo viene applicato al paziente durante la rimozione delle amalgame?

 

  • Somministrazione preventiva di elementi chelanti per favorire la eliminazione di ioni metallici.

  • Isolamento del campo operatorio con la diga di gomma (protezione delle vie digestive ed aeree).

  • Utilizzo di una particolare strumentazione rotante (Per ridurre la vaporizzazione del mercurio).

  • Utilizzazione di aspiratori ad alta efficacia (Protezione vie aeree).

Le otturazioni in amalgama provocano anche la sclerosi multipla?

 

Sono gli anni novanta e lo tsunami mediatico si abbatte sui dentisti: le otturazioni in amalgama provocano anche la sclerosi multipla?

Da una parte i dentisti “alternativi” che abbracciano in toto la nuova filosofia e il partito dei negazionisti-moderati, che tentenna e chiede studi scientificamente “evidence based”. Certo che ce lo potevano anche dire prima, che avere in bocca delle otturazioni che contengono mercurio, che si scioglie nella saliva e passa nel sangue, forse non è il massimo della salute. Eppure non possiamo fingere che le otturazioni in amalgama d”argento, le piombature al mercurio, ce le hanno rifilate per quasi un secolo. Dal 30 al 70% è il contenuto in mercurio dell’amalgama dentale. Dipende dalla tipologia di materiale.

 

Ma ci sono dei vantaggi? Per alcuni si:

 

  • è un materiale economico e di facile utilizzo

  • è un materiale versatile, va bene per qualsiasi tipo di otturazione (tranne quelle dei denti anteriori)

  • è un materiale  durevole nel tempo, oltre 20 anni!

 

E gli svantaggi?

 

  • non è un materiale estetico

  • contiene mercurio!

Read 1816 times
Back to Top