Lunedì, 11 Luglio 2016 19:54

Il Palio del Duca - Sponsalia

Written by

Il Palio del Duca - Sponsalia di Acquaviva Picena è un appuntamento di grande prestigio e di valore storico per tutte le Marche. Organizzato ogni anno, è noto non solo per il gran numero di comparse che vi prendono parte, ma anche per i costumi fastosi che lo caratterizzano. Si tratta della rappresentazione del matrimonio, avvenuto nel 1234, tra Rainaldo dei Brunforte e Forasteria, la figlia di Rinaldo degli Acquaviva: una cerimonia la cui rievocazione va in scena il primo venerdì del mese di agosto, il giovedì precedente e la domenica seguente. Prenotare una stanza in hotel Acquaviva Picena in quel periodo dell'anno vuol dire, quindi, avere la possibilità di assistere a uno spettacolo unico, con secoli e secoli di storia alle spalle.

Nel contesto dei festeggiamenti, il momento clou è rappresentato senza dubbio dalla giornata di domenica: è in questo momento che viene preparato un banchetto nuziale decisamente abbondante, mentre la Fortezza si incendia, quasi per magia. Sponsalia è un omaggio all'amore che intende far viaggiare - solo in senso metaforico, sia chiaro - indietro nel tempo fino a quel lontano 1234 e a quelle nozze tra il nipote di Fidesmino di Brunforte, Rainaldo, e la figlia di Rinaldo degli Acquaviva il Grosso. La rievocazione viene riproposta dalla fine degli anni '80 del secolo scorso grazie ai volontari dell'associazione Palio del Duca: il giovedì è il momento della benedizione del drappo e dell'impalmazione, mentre il venerdì tocca al matrimonio e al palio; la domenica, come detto, si svolge il banchetto nuziale, naturalmente secondo la tradizione dell'epoca, prima dell'incendio della Fortezza. Davvero accattivanti sono i giochi, tra i quali c'è la corsa delle paiarole, che prevede una gara con due coppie di atleti - una donna e un uomo - che devono trasportare con una paiarola la maggiore quantità di grano possibile da un punto a un altro, servendosi di una pala in legno, la cosiddetta sessola, nel giro di un paio di minuti. 

La Fortezza non è altro che la Rocca di Acquaviva, vale a dire una delle più importanti della regione e di tutto il centro Italia. Completata nel XII secolo dopo essere stata costruita su ordine della famiglia degli Acquaviva d'Atri, si presenta come una fortezza tanto severa quanto maestosa, realizzata seguendo i dettami costruttivi di Giorgio Martini. Dentro la Fortezza il banchetto prevede la presenza di fiaccole e braceri, mentre la musica allieta i partecipanti che si intrattengono in balli medievali e gustano le specialità medievali, inclusi i celebri biscotti di Forasteria. 

Per trovare un hotel Acquaviva Picena e per conoscere tutti i segreti di questa manifestazione, si può fare riferimento al sito www.goodmarche.com, dove sono presenti informazioni dettagliate che meritano di essere lette con la massima attenzione: un portale ben curato che permette, a chi è intenzionato a concedersi una vacanza nelle Marche, di arrivare sul posto conoscendone usi e costumi. 

Read 1272 times
Back to Top