Domenica, 08 Giugno 2014 23:03

Acciaio inox, come nasce e per cosa viene utilizzato

Written by

L'acciaio inox ha un secolo di vita. Anzi, per l'esattezza 101 anni, essendo stato scoperto dall'inglese Harry Brearley, nel 1913. Tanti o pochi che possano sembrare, questi anni hanno comunque rivoluzionato il nostro modo di vivere. La curiosità, spesso alla base di scoperte e invenzioni, portò Brearley a sperimentare miscele sempre diverse, nella speranza segreta di realizzare un tipo d'acciaio che resistesse alla corrosione.
Alla fine, come nelle migliori favole, l'impresa gli riuscì. L'acciaio, che è una lega di ferro e carbonio, subì una variante e la ricetta si arricchì del cromo che, legando con l'ossigeno, forma una sottile pellicola trasparente, in grado di proteggerlo dalla ruggine.

La ricetta dell'acciaio inox

Brearley, quindi, introdusse cromo nella lega di acciaio, nella misura del 12,8%, abbassando contemporaneamente la percentuale di carbonio allo 0,24. Nacque così un nuovo tipo di acciaio, che per le sue caratteristiche di non ossidarsi, dette passivazione, poté essere impiegato con successo nei più svariati ambiti.

Le tre nuove famiglie

Nel secondo dopoguerra, lo sviluppo della metallurgia ha ampliato le applicazioni dell'acciaio inox in tutti i settori dell'industria, da quello petrolchimico a quello energetico, a quello edilizio e perfino a quello alimentare.
L'evoluzione della ricerca ha portato alla creazione di tre diversi tipi di acciaio inox: quello martensitico, quello ferritico e quello austenitico, con applicazioni diverse a seconda delle differenti esigenze di utilizzo.

Versatilità d'impiego

La possibilità di avvalersi di una lega duttile e resistente come l'acciaio, anche in versione non ossidabile, ha permesso il suo impiego negli strumenti medici, come i bisturi, nelle condutture dell'acqua potabile, nelle lattine delle bevande, nelle batterie di pentole, nelle stoviglie, nelle armature di cemento, e laddove occorra una struttura robusta in grado di resistere nel tempo.

Read 3497 times
Back to Top